Filmato dell'umidità da risalita nei vecchi edifici

Muri Umidi Soluzione al problema dell'umidità da risalita negli immobili,muffe.

 

La confusione sul soggetto

        C’e molta confusione riguardo al problema dell’umidità  degli immobili, siano essi di vecchia o di nuova  costruzione .

           I segni dell’umidità  più evidenti sono :

  • odori sgradevoli negli ambienti chiusi dati maggiormente dalla muffa
  • macchie sui muri nelle zone maggiormente fredde (sul soffitto, negli angoli dei muri, nelle parti alte dell’immobile, perfino nel pavimento)
  • macchie  sul muro  in prossimità  del pavimento o sparse in diverse altezze
  • muri bagnati
  • efflorescenze saline
  • vernici,  carta da parati  e intonaci che si staccano o si sfarinano  in forma maggiormente lineare ed anche a chiazze, la stessa vernice appare in alcuni punti di colorazione diversa o a bolle
  • in alcuni casi i muri  trasudano acqua

 Abbiamo visto che ci sono molti sintomi e questi portano ad avere confusione    sul soggetto.  È  individuando la causa  dell’umidità che possiamo porvi rimedio; quindi,ecco le varie tipologie di umidità che dobbiamo conoscere:

 

( SR)UMIDITA DA PIOGGIA

Se la pioggia bagna direttamente  le mura e queste non hanno un rivestimento adeguato tipo pitture, o materiali idrorepellenti, queste assorbono l’acqua che rimarrà nei muri per un tot di tempo sino a che non si asciugano.

 

(S) SPRUZZI D’ACQUA
la stessa pioggia può non colpire direttamente le mura ma sbatterci  sopra indirettamente; questo causerà lo stesso umidità

 

(I)UMIDITA DOVUTA A IMPERFEZIONI DA COSTRUZIONE O DANNI ALLE INSTALLAZIONI
Se il tetto o la canna fumaria, non sono sigillate bene causeranno delle infiltrazioni di acqua piovana che andrà direttamente a contatto con la muratura,lo stesso i guasti alle condutture idriche lasceranno fuoriuscire  acqua  e si diffonderà l’umidità nella muratura circostante e dopo nell’ambiente

(E) INFILTRAZIONI  D’ACQUA
Dopo la pioggia o al disgelo della neve l’acqua superficiale può penetrare attraverso il terreno e bagnare le mura sottostanti in particolare quelle al di sotto del livello del terreno, tipo cantine e piano terra, diventando in queste circostanze molto umide

 

(B) UMIDITA DOVUTA AI LAVORI EDILI

Quando si esegue la costruzione dell’immobile (casa) o quando si fanno dei lavori di risanamento, come intonaco ecc. l’acqua che viene usata per fare gli impasti di cemento o calce/gesso, rimane imprigionata dentro i muri e successivamente fuoriuscire dal muro.  Questa umidità per poter evaporare ed asciugarsi completamente richiede circa  da 1 a  3 anni.

 

(H)UMIDITA IGROSCOPICA

Ogni muro o intonaco contiene, dopo la deumidificazione, dei Sali igroscopici  (sostanza o  corpo capace di assorbire l’umidità atmosferica). Questi possono essere presenti perche si e utilizzati dei materiali da costruzione che contenevano già questi sali,  o si sono depositati nella muratura a causa dell’evaporazione dell’umidità da risalita capillare che ha trasportato con se questi Sali presenti nel  terreno in grande quantità. La presenza di questi sali  (se presenti in notevole quantità) manterranno l’intonaco bagnato.

Naturalmente la muratura conterrà un certo quantitativo di umidità fisiologica, queste quantità sono stabilite con delle norme edili.

 

           (C)UMIDITA CAUSATA DA FATTORI CHIMICI

I materiali da costruzione hanno delle qualità e caratteristiche chimiche differenti (pH)  Per esempio una vecchia muratura a un pH  che va da 6 a 8, mentre l’intonaco in cemento (tipico delle nuove murature) a un pH che va da 11 a 13, questa differenza di pH determina un trasporto  elettrochimico dell’umidità che viene attirata dall’aria verso il muro (intonaco) che cosi si inumidisce. Quindi nell’edilizia l’uso di materiali con differenti pH associati vicini  attirano l’umidità.

 

 

(G) UMIDITA CAUSATA DA DISTURBI GEOLOGICI O TECNICI

Campi elettromagnetici tipo: trasmettitori di televisioni radio, radar, cellulari,o altri tipo di trasmettitori vanno ad interagire con conduttori elettrici o metallici non isolati (tubi, staffe,   porta gronde, parafulmini). Questi elementi aumentano l’attrazione dell’umidità verso la muratura. Fattori di disturbo geologico  possono aumentare l’azione di risucchio capillare nella muratura, quelli più forti si riconoscono in un muro che e sotto la sua azione,  dalla forma ad arco dei margini   dell’umidità.

 

(SW) INFILTRAZIONE LATERALE DELL’UMIDITA

Quando ci sono dei difetti o danni nell’isolamento verticale e le mura toccano la terra(mura contro terra) l’umidità può penetrare lateralmente attraverso i capillari, fino ad impregnare l’intero muro. E semplice riconoscere questo fenomeno perche possiamo paragonarlo ad un muro che non è contro terra e vederne la differenza in termini di umidità

 

 

(D) ACQUA DI PENDIO CON PRESSIONE
L’acqua che fluisce da un pendio oppure un livello d’acqua nel terreno temporaneamente alto, esercitano una pressione sulla muratura penetrandovi. Quando e all’interno del muro, l’acqua è spinta verso l’alto attraverso il sistema capillare (pressione idrostatica). Questo non ha niente a che vedere con l’umidità di risalita.  Facendo un buco nel muro, nel caso di pendio e acqua con pressione, può formarsi nel muro in basso una pellicola d’acqua.

 

 

(K) UMIDITA DA CONDENSAZIONE
L’aria calda e umida condensa sulle superfici fredde. Ciò crea l’umidità da condensazione, ed è questa tipo di umidità che causa maggiormente le tanto odiate muffe. Difatti l’umidità che si trova nell’aria (più e alta la temperatura e più umidità avremmo nell’aria) quando trova superfici più fredde della temperatura che si riscontra nell’ambiente inizia a condensare  bagnando così il muro. Questa superficie bagnata sarà ambiente favorevole per la muffa. Naturalmente ci sono diverse cause che concorrono ad avere umidità nell’aria.

 

 

(A) UMIDITA DA RISALITA CAPILLARE

È quella umidità  che attraverso i capillari dei materiali edili va dal basso  verso  l’alto contrastando la forza di gravità, arrivando sino ad un certo punto più o meno alto dei muri.

Una muratura porosa con isolamento orizzontale mancante o difettoso, può assorbire umidità dal terreno e trasmetterla nell’ambiente. Con l’umidità anche tutti i sali e microrganismi raccolti dall’umidità risalgono attraverso i capillari ostruendo i pori dell’intonaco,successivamente i sali al contatto con l’aria si cristallizzano aumentando il loro volume di ben 12 volte con una forza di 2 tonnellate per cm quadrato facendo saltare la vernice,  l’intonaco,  le superfici lapidee ecc.

 

 

La soluzione “difficile” 

Abbiamo visto quali sono le cause che portano umidità negli  immobili. Il fattore importante è che un muro umido non solo non e gradevole da vedere ma influisce anche sul benessere emotivo o fisico delle persone aumentando anche il rischio di moltissime malattie favorite da ambienti umidi e con muffa. Le spore della muffa formatasi all'interno degli edifici creano un problema, soprattutto in seguito alla loro inalazione. Le spore di alcune muffe, infatti, causano potenti allergie;  le spore di alcuni funghi come lo Stachybotrys rilasciano potenti tossine che, nei polmoni, creano infiammazioni e lesioni polmonari, in particolar modo nei bambini. Una delle numerose conferme nella relazione tra l’umidità di risalita e le malattie e arrivata dall’Australia, l’articolo e apparso su internet dell’Australian Broadcast(ABC) con il titolo – Trovata la relazione tra asma e umidità di risalita

Altro fattore da considerare è anche il danno economico che subisce il proprietario dell’immobile: a);tinteggiature frequenti
b),in media ogni due anni e possibile che debba intervenire con rifacimento di intonaci
c), dopo un certo tempo (dipende sempre dall’umidità) è necessario apportare lavori strutturali che comportano delle grosse spese.
d) Costi di riscaldamento a causa del cattivo isolamento  termico
e),alti consumi del deumidificatore per rendere l’ambiente sopportabile
f), il locale che deve essere dato in fitto con sconto sul prezzo .

Quindi vediamo come possiamo intervenire per porre rimedio a questa situazione malsana e antieconomica.

I metodi tradizionali utilizzati per il prosciugamento si possono suddividere in tre categorie
Metodi meccanici, Metodi chimici e Metodi elettrofisici. Le prime due categorie si basano sul presupposto che mettendo nel muro  una barriera  orizzontale (sia metallica, che chimica liquida
(resine), questa fermi la risalita di umidità dalle fondamenta, anche se al di sotto di detta barriera l’umidità rimane con tutto quello che abbiamo visto precedentemente, inoltre esiste  l’eventualità che,  se non effettuati con estrema precisione,  i procedimenti meccanici (segatura del muro) sono quelli che riservano i maggiori rischi visto che l’immobile può perdere l’equilibrio (Staticità) con cui era stato costruito, evento confermato dalla comparsa di crepe irreparabili

Nel caso della barriera chimica tipo resina(o altri materiali liquidi)  quando questa viene immessa nel muro va a contatto con diversi tipi di materiali che hanno caratteristiche chimiche diverse
(come gli stessi  sali presenti nel muro) e che reagiranno contro questa barriera. Col tempo si  possono verificare crepe ed altro  perdendo quindi la loro efficacia,  se inizialmente c’era

Per quanto riguarda la categoria dei procedimenti elettrofisici,  bisogna sapere il principio su cui opera. Le molecole di acqua hanno una parte elettrica positiva e una negativa, e possono quindi essere spinte in una determinata direzione per mezzo di una tensione elettrica continua. I fisici la chiamano elettrosmosi, a questo scopo vengono messi degli elettrodi nel muro umido, nei quali viene fatta passare della corrente che muoverà le molecole di acqua in direzione dell’elettrodo negativo.  In questo procedimento in cui bisogna tenere sempre la corrente inserita per consentire che l’apparecchio funzioni 24 ore al giorno ci sono ben tre circostanze sfavorevoli, il primo è che, nel caso in cui la corrente vada via l’umidità ricomincerà a risalire, secondo bisogna considerare  il consumo degli elettrodi inseriti nella muratura che si ossidano col tempo  ed in ultimo,il fatto che apparecchio crea elettrosmog non salutare alle persone

In ultima analisi possiamo fare un accenno  agli intonaci deumidificanti che vanno solo a bloccare parzialmente i sali responsabili poi della rovina degli stessi, infatti questi sali col tempo vanno ad ostruire la porosità dell’intonaco e col tempo riaffiorerà lo stesso problema dell’intonaco comune. che  lascia passare l’umidità con sempre i problemi connessi.  Nel caso invece degli intonaci di sbarramento, questi,  non fanno altro che in un primo momento  tappare l’umidità per poi farla fuoriuscire  più in alto rovinando altro intonaco.

 

La soluzione efficace 

Il dispositivo Innovativo AQUAPOL che RISOLVE DEFINITIVAMENTE  l’umidità da risalita capillare.

Una muratura  asciutta non solo possiede un miglior isolamento termico che ridurrà l’umidità da condensa (con minori costi di riscaldamento) ma risolve anche il problema delle muffe in modo definitivo.

Unica precauzione richiesta è che In alcuni locali tipo camere da letto, bagni, cucine potrebbero essere necessarie alcune misure accompagnatorie che affiancheranno il dispositivo  

Persino l’interferenza geologica causate da falde acquifere rappresentano uno dei due maggiori campi di impiego dell Dispositivo Innovativo AQUAPOL.  Questo fattore infatti causa spesso un’elevata risalita dell’umidità negli edifici, con  conseguenze negative sulla salute degli abitanti di quel luogo. Il Dispositivo e in grado di ridurre di oltre il 99%  questi disturbi se il dispositivo e posizionato nei punti di maggior disturbo.  La stessa umidità da infiltrazione laterale nella zona cantina, fa parte dei campi di impiego del dispositivo

Quindi in circa 4-8 ore il dispositivo viene installato nell’immobile. Tale installazione non è invasiva, non presenta necessità di cantiere, nessuna polvere a causa dei lavori, e, cosa incredibile,  già dopo un’ora dalla installazione si incominciano a vedere i risultati rilevabili con  strumenti a norma che calcolano l’umidità nei muri;  gli stessi risultati vengono annottati sotto la vostra visione (o di un tecnico di vostra fiducia) su un foglio  protocollo il quale vi verrà rilasciato e usato per il controllo successivo (circa un anno). Tali rilevazioni verranno   effettuate per tre volte al fine di monitorare  la  diminuzione dei valori a vostra garanzia. I risultati della deumidificazione comunque saranno visibili ad occhio nudo, oltre che con strumentazione che ne rileva i cambiamenti.

 

 Funzionamento e Benefici della nostra soluzione

 

Il Dispositivo Innovativo  AQUAPOL utilizza delle fonti d’energia derivanti dalla terra, una  viene chiamata gravomagnetica (dall’ inventore ingegnere Wilhelm Mohorn.   Questa onda ha due caratteristiche una gravitazionale e l’altra magnetica, l’apparecchio riceve  l’ onda che viene raccolta (FIG.A 1) dall’unita di ricezione (una costruzione piatta di bobine a spirale) poi, un’unita di polarizzazione, composta da una bobina cilindrica con proprietà selettive di trasmissione (FIG.A 2) polarizza le onde gravomagnetiche ricevute con rotazione costante in senso orario(FIG. A 3). L’unita di trasmissione è composta da tre bobine circolari,  i quali  trasmettono (FIG. D)  un campo di forza  polarizzato detto destrorso (cioè movimento che va da sinistra a destra) verso il basso (FIG.C).  Le onde gravomagnetiche  destrorse invertono la direzione delle molecole d’acqua che  cominciano così a dirigersi verso il basso, e qui vengono mantenute (naturalmente il passaggio avviene attraverso il sistema capillare del materiale murario ottenendo cosi  il prosciugamento e mantenimento dell’immobile. L’altra forma di energia che l’apparecchio utilizza è la cosi detta energia libera, che,  da misurazioni e calcoli fatti,  aumenta considerevolmente la zona di azione dell’apparecchio. Difatti le antenne poste sulla parte superiore dell’apparecchio ricevono l’energia libera che a sua volta viene tramutata in energia gravomagnetica. Grazie all’afflusso dell’energia libera, il generatore fisico di nuovo tipo, rafforza il segnale trasmesso e di conseguenza l’azione deumidificante.

 Umidità da Risalita-Soluzione da Risalita Capillare,umidità e muffe.

 

 

SEI STANCO DI...?
Eccessiva quantità d'umidità in casa ,Odore sgradevole di muffa ,Muffe sui muri

DANNI ESTETICI?
Macchie di umidità ,Pitture/intonaci che si distaccano ,Efflorescenze saline
Presenza di muffa
DANNI ECONOMICI?
Continui lavori di rifacimento pitture e/o intonaci
Costi eccessivi di riscaldamento
Danni a tappezzeria, mobili, oggetti vari
DANNI ALLA STRUTTURA?
Danni all'intonaco ,Erosione della muratura
Con un sopralluogo e una analisi dell'immobile troviamo la vera causa del tuo problema e vediamo se il dispositivo Aquapol è la giusta soluzione .

 

 Operiamo nel territorio di Roma e provincia ,e nella Sardegna in generale .

 

Sopralluogo e Preventivo Gratuiti

Contattaci Subito

 

Mappa di Roma citta Capitale -(Aquapol-Soluzione umidità da risalita capillare)

google-site-verification: google2887a991613f95f1.html